Friday, August 21

Tensione ieri nel carcere di Regina Coeli.

Ricapitolando: in Italia oggi ci sono 64mila detenuti. Due terzi di loro sono extra comunitari. Sforato di 20mila unità il limite di capienza massimo.

I fatti: A Regina Coeli sono state esplose alcune bombolette di gas, date in dotazione con i fornelli da campeggio. Poi, il solito tam tam che generalmente accompagna questo genere di episodi, scandito dallo sbattere delle ciotole e di altri oggetti contro le sbarre delle celle. Dopo appena un quarto d’ora, al moto di protesa si sono uniti i detenuti della sesta sezione. Simile, sebbene più tenue, lo scenario verificatosi nel penitenziario di Rebibbia, scomparto femminile. La sera prima le detenute avevano protestato pacificamente sempre contro il sovraffollamento. Allo scopo di venire loro incontro, considerato anche il gran caldo, la direzione ha deciso che le celle resteranno aperte tutto il giorno. Autorizzato l’accesso alle docce da mattina a sera.

Commento: queste sono le prigioni dei Paesi da dove vengono